Un Tasso alla corte dei Ragni

Lunedì 29 Maggio si terrà la consueta serata annuale dei Maglioni in Rosso, un consolidato appuntamento cinematografico in cui i Ragni di Lecco presentano l’attività svolta durante l’anno precedente. Anche questa serata catapulterà lo spettatore in luoghi remoti, sul granito verticale e sperduto oltre baie ghiacciate da superare pagaia alla mano: hanno davvero stuzzicato la mia fantasia le recenti spedizioni dei Ragni. Ho già avuto occasione di vedere le foto dell’Isola di Buffin ma sono curioso di vedere il film/documentario che hanno realizzato insieme a Sean Villanueva O’Driscoll e Nicolas Favresse (Quelli di “Asgard Jamming” per intenderci!).

Fare un “bilancio” della propria attività alpinistica e presentarlo pubblicamente, anno dopo anno, non è affatto una cosa facile. Noi Badgers, ad esempio, quest’anno abbiamo aperto una decina di nuove vie su roccia: mai così tante, mai così belle e per noi così difficili. Questo soprattutto grazie all’aiuto e all’amicizia di arrampicatori eccellenti (Grazie!). D’altro canto quest’anno abbiamo ripetuto pochissime vie note, un “confronto” che a noi serve soprattutto per crescere. Non abbiamo fatto purtroppo quasi nulla sulla neve, sia perchè non ce n’era sia perchè siamo davvero mal equipaggiati per l’inverno. TeoBrex sta completando l’addestramento per il soccorso alpino speleologico e diversi di noi sono diventati istruttori presso scuole d’alpinismo (insegnare è il modo migliore per imparare!). Le capacità di tutti sono migliorate ma abbiamo avuto diversi infortuni e persino un incidente in parete: il guaio capitato a Bruna ha segnato forse un po’ tutti noi e non solo il suo piede. Ma le cicatrici sono i ricordi più preziosi: siamo di nuovo in sella, anche sulla roccia fragile. Un’anno di alti e bassi vissuti tra i soliti problemi: famiglia, lavoro, salute, montagna e giornate di pioggia.

Anche quest’anno, tocca ammetterlo, i Ragni della Grignetta superano i Tassi del Moregallo …ma ai punti e di stretta misura! Già …ma ovviamente scherzo. Al Mello Blocco ho avuto l’opportunità di chiacchierare e conoscere meglio alcuni dei giovani di punta dei maglioni rossi: oltre ad essere dei talentuosi spilungoni si sono dimostrati davvero dei bravi ragazzi, alpinisti alla mano con cui è stato facile andare d’accordo. Hanno la metà dei miei anni, dieci o venti volte la mia esperienza: difficile non provare simpatia per la spontaneità della loro gioventù.

Qualche anno fa discutevo con uno sconosciuto via internet, parlavamo di montagna, avventura ed esplorazione. Solo poi ho scoperto che il mio interlocutore misterioso era nientemeno che il Presidente dei Ragni di Lecco. Quando ho realizzato la cosa me ne sono uscito con una sciocchezza delle mie: “Voi Ragni siete il Mazinga-Zeta, noi Tassi il Boss-Robot, ma nella puntata finale anche noi avremo un ruolo fondamentale nel salvare la situazione!” Credo che la cosa l’abbia divertito e da allora è capitato spesso di scriverci ancora.

“Fabio, proposta indecente! Posso montare il mio albero dei chiodi all’ingresso del teatro quando fate la serata maglioni in rosso? Vorrei vedere quali alpinisti passano, chi si ferma e quali storie raccontano guardando i chiodi.” Un’idea bislacca nata alle nove del mattino e che si è materializza in una richiesta decisamente spudorata giusto cinque minuti dopo. Credo che Fabio abbia letto il messaggio, abbia riflettuto solo mezzo secondo ed abbia replicato di getto come capita spesso: “Mi piace, è un idea simpatica. Porta anche i tuoi amici dai Corni”. Leggendo la risposta, tutt’altro che scontata, sono scoppiato a ridere stupito mentre una vocina interiore sussurrava divertita: “Accidenti Cenerentola: ti sei imbucato nel ballo di gala di uno dei gruppi alpinistici più famosi al mondo!”

La serata “Maglione in Rosso” si terrà lunedì 29 maggio alle ore 20:45 presso il Teatro Cenacolo Francescano, Piazza dei Cappuccini. Troverete Birillo (vestito a festa!) ed i suoi 110 chiodi all’ingresso del teatro già un oretta prima che inizi la serata: passate a trovarmi!!

Davide “Birillo” Valsecchi

%d bloggers like this: