Angelo Rusconi intervistato da LaProvincia prima della partenza

La giornalista di Asso, Mara Cavalzutti, ha intervistato Angelo Rusconi prima della sua imminente partenza per il Pakistan. L’articolo è stato pubblicato il 24 Agosto 2008 da La Provincia di Como ed è possibile leggerne la copia on line qui.
Grazie Mara per aver dato spazio alle iniziative di Angelo!

A scuola di solidarietà nelle valli del Pakistan
L’alpinista Angelo Rusconi, col Cai di Asso, ha fondato un’istituto femminile nel Paese

L’inaugurazione è fissata per il 3 settembre. A Hiderabad, nella valle pachistana di Hunza, vedrà la luce una scuola elementare femminile. Padre dell’iniziativa, con la collaborazione del Cai di Asso, è Angelo Rusconi, 66enne di Canzo, a capo di numerose spedizioni della sezione di Asso del Cai. L’alpinista partirà tra pochi giorni per essere presente all’inaugurazione il 3 settembre, contento di tornare in Pakistan dove lo ha condotto la sua passione per la montagna e poi l’affetto della gente. «La scuola composta dalle prime tre classi elementari, – spiega Rusconi – potrà ospitare circa 120 bambine e sarà intitolata a Nuccia Paredi, una cara amica che non c’è più». La prima volta di in Pakistan risale al ’97, quando con la sua squadra salì a 6200 metri sullo Spantik della catena montuosa Karakorum, la stessa dove nel ’98, conquistò la sua cima più alta, il Drifika, a 6500 metri. L’alpinista, che negli ultimi anni ha stretto buoni rapporti con la gente del posto, ha deciso di fare qualcosa per i pastori che abitano quelle zone remote. Quello della scuola è solo l’ultimo dei progetti portati avanti da Rusconi in Pakistan: nel ’99 in seguito alla conquista della Cima-Asso (5300 metri), con l’aiuto di alcuni simpatizzanti, è riuscito a costruire la Capanna Lombardia, vera e propria struttura di supporto per gli escursionisti. «Le montagne pachistane non sono molto praticate dai locali – spiega Rusconi – e perciò anche le iniziative per la loro valorizzazione scarseggiano. Ho pensato così di attrezzare la zona del lago Bari Lake, come un vero e proprio rifugio, dove poter sostare e rifocillarsi adeguatamente, per dare ristoro agli esploratori, che una volta tracciate le vie si sono fatti numerosi». Rusconi non è nuovo a iniziative di solidarietà a sostegno dei bambini. Da diversi anni è finanziatore dell’orfanotrofio di Gilgit, sostenuto esclusivamente dalle offerte, che ospita cinquanta bambini e li istruisce fino ai 18 anni. La scuola elementare femminile che aprirà a settembre si trova a Hiderabad, paese del grande alpinista pakistano Ashraf Amman, grande amico di Rusconi.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: