Cena Sociale Cai Asso 2008

CIMA-ASSO.it > asso > Cena Sociale Cai Asso 2008

Bruno e MariateresaEd è andata anche la cena del 2008, ma quest’anno si festeggiavano alcuni dei mebri piu’ anziani del nostro Cai Asso.

Nella foto infatti si vede il nostro Bruno, che ha ricevuto l’aquilotto d’oro per il suo 50° anno di iscrizione al Cai Asso.
Sempre nella foto anche Mariateresa, una delle donne storiche della nostra sezione.

Quando, ad otto anni, mi iscrissi al mio primo corso di alpinismo giovanile era lei a tenermi d’occhio e a prendersi cura di me alle passeggiate. Aveva un gran da fare visto quanto ero un disperato!!

Mentre Bruno riceveva l’aquilotto tra gli applausi non ho potuto fare a meno di soffermarmi a guardare le piu’ di cinquanta persone presenti alla cena. La maggior parte di loro c’era quando ero un bambino e continua ad esserci dopo tanti anni. Ora  si sono aggiunti anche i loro figli e per qualcuno anche i nipoti.

Io ho cominciato ad otto anni mentre mio fratello minore, di sedici anni, ha fatto la sua prima salita a due anni dentro uno zainetto. Mia sorella ha pure trovato il moroso nel Cai, se l’è poi sposato ed adesso ha “in cantiere” di farmi zio. Facce e persone che vedo da sempre, di cui conosco le famiglie e le storie. Solo ora, con un po’ di anni alle spalle, mi rendo conto di quanto importate sia stato per tutti noi fare parte di questo piccolo gruppo di amici.

Perchè il Cai è anche questo, una mezza famiglia allargata che ha visto passare generazioni intere trovando la spinta per rinnovarsi ad ogni passaggio, senza disperdersi. Credo questo sia il miglior vanto della nostra sezione e la forza che ancora tiene unito il nostro gruppo.

Alla cena erano presenti come graditi ospiti anche il Sindaco Giulia Manzeni e l’Assessore alla cultura Imogene Pina. Spero si siano divertite ed abbiamo potuto cogliere ed apprezzare lo spirito della nostra famiglia/sezione.

A conclusione della serata, aiutato dalle mie efficenti vallette di 5 e 8 anni, ho inscenato il solito “cinema” della lotteria con tanto di estrazioni e chiamata dei numeri con suspance. Forse un po’ buffo ma il compione ha ormai il sapore di una tradizione, di un ritorno a casa.
Un grazie al Cai di Asso per tutta la strada fatta assieme.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Theme: Overlay by Kaira
%d bloggers like this: