Day: May 1, 2009

CIMA-ASSO.it > 2009 > May > 01
ForFly: Grazie Silvana!!!

ForFly: Grazie Silvana!!!

Quello che ci vuole ci vuole. Dopo averla assillata per mesi è più che giusto ringraziarla pubblicamente: Silvana Bianconi,  titolare dell’agenzia viaggi ForFly di Asso,  ci ha aiutato a districarci tra  visti e compagnie aeree riuscendo finalmente ad imbarcarci muniti di biglietto!!!

Asso tira il fiato un paio di mesi grazi a Lei, i due concittadini più scapestrati e stravaganti li ha spediti addirittura sull’Himmalaya per essere sicuri che restino là per un pezzo.

Scherzi a parte, Silvana ha messo a disposizione la propria esperienza supportando la nostra spedizione con l’entusiasmo di una viaggiatrice esperta. I suoi consigli sono stati incredibilmente preziosi ed ha saputo rimediare al cambio di destinazione in modo impareggiabile. Grazie!!

Ricapitoliamo allora il nostro viaggio di andata:

Domenica,  03 Maggio, 2009
Partenza: 11:00     Milan, Italy – Malpensa, terminal 1 Arrivo: 14:45     Istanbul, Turkey – Ataturk, terminal I Airline: Turkish Airlines TK1874 e  Aircraft: Airbus Industrie A321

Domenica, 03 Maggio, 2009
Partenza: 18:45   Istanbul, Turkey – Ataturk, terminal I  Arrivo: 03:10 +1 day(s)  Delhi, India – Indira Gandhi International, terminal 2  Airline: Turkish Airlines TK1070 e   Aircraft: Airbus Industrie A310-300

Una volta giunti a Nuova Delhi, nel cuore della notte, dovremmo prendere un pulman e/o un taxi per trasferirci dall’aereoporto internazionale verso quello nazionale ed aspetettare un aereo locale che parta la mattina verso Leh.

Se tutto fila liscio per le 8 di mattina,dopo un ora e mezza di volo, dovremmo essere a quota 3485 metri passando da una temperatura di circa 30 gradi di Delhi a quella che oscilla tra lo zero ed i 6 gradi, secondo le previsioni, di Leh. Accidenti, quello che si dice uno sbalzo!!!

Se avete bisogno di un aiuto per un viaggio credo che Silvana si una delle persone migliori a cui rivolgervi, la trovate in via Matteotti 43 ad Asso.

Grazie ancora Silvana!!

By Davide “birillo” Valsecchi published on Cima-Asso.it
LifeGate Radio in viaggio con noi

LifeGate Radio in viaggio con noi

LifeGate RadioIl nostro territorio è pieno di risorse e tra i nostri laghi prendono vita idee incredibili che sanno diffondersi molto più lontanto di quanto solitamente crediamo.

Tra questi slanci positivi c’è una radio che trasmette un sacco di buona musica ed un messaggio molto importante: LifeGate Radio.

La radio e tutto il Network LifeGate è da sempre impegnato nel diffondere i valori di una cultura più attenta al rapporto tra l’ambiente e l’uomo. In prima linea per promuovere un nuovo modello economico in cui convivono profitti, rispetto per l’ambiente e attenzione per il sociale.

Abbiamo raccontato alla radio il nostro viaggio e ne sono rimasti entusiasti. Questo ci ha fatto molto piacere, ci siamo impegnati molto per convogliare iniziative positive nella nostra avventura.

“Preghiere di Stoffa”, con il mondo tessile ed il Setificio di Como, “Suoni del Tibet”, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Disabili Visivi, sono esempi del nostro impegno ad allargare quanto più possibile il nostro viaggio ad Oriente coinvolgendo il nostro territorio e quante più persone possibili.

Grazie al collegamento satellitare la radio ci ospiterà all’interno delle loro trasmissioni con piccole interviste. Un’ occasione per poter racconate il nostro viaggio durante i tre mesi di spedizione.

Ringrazio ancora tutto lo staff di LifeGate per la fiducia che ci ha accordato e per la meravigliosa opportunità di condividere le nostre esperienze che ci stanno offrendo. Grazie!!

Se volete ascoltate LifeGate Radio e conoscere il Network e le sue iniziative potete visitare il portale www.lifegate.it

By Davide “Birillo” Valsecchi pubblished on Cima-Asso.it
Samarcanda

Samarcanda


Mi è sempre piaciuta questa canzone, fin da bambino. E’ una canzone strana, piena di mistero ed in grado di stuzzicare la fantasia. Il viaggio, la corsa a cavallo, la fuga da una donna. Una bella avventura insomma.

Solo grazie ad un amica ne ho compreso il senso, confesso che non avevo mai afferrato la metafora che nasconde il testo, l’allegoria della vita e del destino che si cela in quel viaggio.“Ma scappa dalla morte?!” le ho chiesto trentenne con l’innocenza di un bambino. Mi sono stupito di non essermene mai accorto, un fatto che, a suo modo, è anch’esso una metafora. Nonostante tutto continua a darmi una grande allegria ed il viaggio, il mio viaggio, ancora mi appassiona. Sapere che un’affascinante signora ci accompagna è quasi divertente: «Mi perdoni, mia signora, per lo sporco sui miei laceri vestiti, per la barba lunga e gli scarponi. Sono in viaggio da molto e molto vorrei viaggiare. Guardi nei miei occhi azzurri per conoscere la mia strada mentre le porgo il mio inchino, io non distoglierò lo sguardo. Le cedo il passo ma se non vuole baciarmi lasci che prosegua, non sono uomo da maritare e lei non è per me, sebbene mia sia promessa fin da quando ricordi. Stupido come tutti gli uomini le accarezzo il viso credendola mia ma sò che Lei, come tutte le donne, è libera e sarò io ad essere suo quando e come più le aggraderà. Le bacio le dita, signora, devo proseguire ora.»

Mai stato bravo con le donne, vado a finir di preparar lo zaino che qui ci si perde in chiacchiere!!!

By Davide “Birillo” Valsecchi pubblished on Cima-Asso.it
 
https://www.youtube.com/watch?v=EROK8RCF9K0
Theme: Overlay by Kaira