Il calore di una cucina

CIMA-ASSO.it > fiabe > Il calore di una cucina
Kitchen Love
Kitchen Love

[Ascolta] Sprofondo nel suo divano, disteso in un oasi di pace nella sua cucina. Fuori nevica, Lei armeggia ai fornelli e lo stereo suona di parole lievi e chitarra acustica. Tutto mi sembra così strano. Ascolto immobile il suono delle posate, delle pentole, di Lei che canticchia cucinando un minestrone. Già il minestrone, lo evitavo come la peste da piccolo ma è tanto tempo che qualcuno non cucinava per me, disteso su un divano in contemplazione della cuoca.

Chiudo gli occhi perchè non ho la forza di muovere un muscolo, la volontà di rompere quell’attimo. Un paio di bicchieri di vino su un tavolo apparecchiato e qualche candela. Mi sfila di fronte con i pantaloni della tuta e mi infila in bocca un cracker con formaggio e miele. Chiudo gli occhi, troppe luci, troppi suoni, troppo calore. Chiudo gli occhi perchè qualcosa si muove dentro ed i miei occhi si sono fatti lucidi. Quanto tempo è che non mi sentivo a “casa”? Quanto tempo sono stato un disperato al vento?

Lei se ne accorge. Sorride ma non dice nulla, mi accarezza la zazzera e mi allunga un’altra tartina ridendo. Non so quasi nulla di Lei eppure mi fa sentire così bene, così maledettamente vulnerabile. Sciolgo i nodi della mente e mi lascio scivolare in questo mare caldo mentre la musica increspa l’acqua. Resta pure immobile, mio giovane Birillo, respira placido questo istante.

Quando l’ho vista la prima volta l’avevo trovata “bruttarella” e, incredibilmente, Lei mi aveva etichettato come il “belloccio stupido” di turno. Dice che è stato scompigliandole i capelli che si è ricreduta, forse ho ancora un po’ di magia nella punta delle dita. Magia, deve essere magica anche lei se è riuscita ad addomesticare anche il mio orgoglio: belloccio stupido, quasi non mi importa neppure più.

No, non mi importa. Sono lontano mille miglia da tutto, sono fuso con questo divano nella sua cucina e questo mi basta. Che sia felicità quella strana cosa che provo ora? Non so, ora non importa…

Davide “Birillo” Valsecchi

One thought on “Il calore di una cucina

  1. bello quest’articolo…romantico…sognatore…questa ragazza deve essere davvero speciale!!!!!!!!!!!!!(by this girl’s fan)

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Theme: Overlay by Kaira
%d bloggers like this: