Tanzania: da Zanzibar al Tanganica

CIMA-ASSO.it > tanzania > Tanzania: da Zanzibar al Tanganica
Tanzania
Tanzania

Un misto di preoccupazioni e speranze, si riparte!! Un nuovo viaggio per la squadra Cima-Asso.it: destinazione Africa.

Il team è quello classico: Enzo Santambrogio e Davide “Birillo” Valsecchi. Questa volta siamo stati invitati a Stone Town, la vecchia capitale di Zanzibar, per realizzare installazioni artistiche in ferro battuto con i blacksmither locali. Ecco l’opportunità per dare vita ad una nuova avventura da raccontarvi attraverso le pagine del nostro diario web.

Dalle meravigliose spiaggie e dai sobborghi di Zanzibar, a stretto contatto con i locali artigiani del ferro, partiremo alla volta del lago Tanganica attraverso le antiche foreste dei monti Uluguru.

Dopo il 6000 metri del Piccolo Tibet ed il periplo in canoa del Lario la “Strana Coppia” di Asso riparte per realizzare un nuovo libro e continuare la propria storia dopo «Contrabbandieri del Nirvana» ed i viaggi in India.

In partenza a metà Febbraio, passeremo l’equatore esplorando la parte Sud del mondo. Ancora un viaggio di due mesi che ci porterà dal caldo torrido al freddo artico attraversando genti di etnie e culture diverse. Scarponi, costume da bagno ed incoscenza: ecco pronto il nostro bagaglio ancora una volta!

Blacksmiting: le prime settimane di viaggio le trascorreremo a Zanzibar, lavorando alla forgia tra il Mercato del Ferro e le azzurre spiaggie dell’isola nella torrida estate australe. Enzo, artista del ferro battuto, è stato chiamato a realizzare installazioni seguendo lo stile etnico locale grazie all’aiuto dei fabbri autoctoni. Le opere realizzate diveranno parte dell’arredamento del Resort che ci  ha invitati. Un occasione per collaborare e conoscere la popolazione locale e l’isola al di là degli scorci turistici, a stretto contatto con la gente che vive l’isola.

Uluguru: dopo aver esplorato Zanzibar e completato le istallazioni sarà il tempo di infilarsi gli scarponi ed esplorare la Tanzania attraverso le montagne Uluguru, le montagne meridionali che fanno parte del massiccio dell’Arco Orientale ed ospitano alcune delle foreste più antiche dell’Africa. Un gruppo montuoso di straordinaria ricchezza naturale, animato dalle popolazioni indigene e lontano dalle mete turistiche.

Tanganica: scoperto solo nel 1858 è il secondo lago più grande al mondo. Dall’estremo sud, oltre le cascate Kalambo che dividono con i loro 230 metri di salto la tanzania dello Zambia, risaliremo il lago esplorandone  le sponde. Il lago è famoso per la varietà di animali che lo animano e per i fossili che sono stati estratti dalle sue acque. I comaschi sul lago più grande d’Africa!!

Ancora un viaggio che unisce arte ed avventura dandoci l’occasione di scorpire e raccontare mondi a noi nuovi. Come sempre daremo il massimo coinvolgervi giorno dopo giorno nella nostra esplorazione.

Zaino in spalla. Si va in Africa!!

Davide “Birillo” Valsecchi

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Theme: Overlay by Kaira
%d bloggers like this: