I Flaghéé ai Resinelli

CIMA-ASSO.it > flaghee > flaghee150 > I Flaghéé ai Resinelli

image

Superata la salita al Coltignone il sentiero prosegue mordido e pianeggiante attraverso i boschi. Siamo nel parco del Valentino nel Pian dei Resinelli. Il tempo ancora regge ma si vede che sta per cambiare. Sbucando dal bosco appare in tutta la sua magnificenza la Grignetta e Lele, vedendola, per scherzare si fa il segno della croce. Non sa come quel gesto scaramantico compaia nelle canzoni e nelle leggende della Grigna:“…facciam la croce in fronte non ci farai morir” recita infatti la canzone. Molti vengono in Grigna per sport, io ascolto quelle canzoni e quei racconti fin da quando ero bambino: in Grigna ci vengo in pellegrinaggio e munito di adeguata umiltá. In paese facciamo spesa in un piccolo alimentari. Il proprietario ci prende in simpatia e ci offre due pere e due mele direttamente dalla dispensa di casa. Le vie qui si chiamano Carlo Mauri o Daniele Chiappa: é un piccolo tempio dell’alpinismo quello che ci circonda. L’aria cambia. Le nubi si abbassano, é tempo di cercare un buon posto dopo passare la notte.

7 thoughts on “I Flaghéé ai Resinelli

  1. Trovate un buon riparo ragazzi, mi chiedo quali sono i vostri pensieri, le vostre emozioni a questo punto del viaggio. Vi seguo qui da casa passo dopo passo. Siete stati bravi e andate avanti verso la vittoria, il compimento del vostro cammino e… le parole non servono.
    Grazie dei vostri racconti
    maria Grazia

  2. Niente di meglio che entrare al Museo delle Grigne con questa giornata di pioggia. L’ho sempre visitato con la pioggia e il contrasto fra gli ambienti interni e l’esterno dà, in queste condizioni, molto calore. Spero per voi che oggi fosse aperto.

  3. Immagino che a questo punto del viaggio le asperità vadano moltiplicandosi a vista d’occhio.. Credo di potermi raffigurare vagamente le sequenze del vostro adattamento all’aspro ambiente montano.. L’alimentazione razionata a base di bacche e radici avrà ormai compormesso il 75% delle vostre capacità di raziocinio.. L’igiene personale sarà orami una fantasia spettrale, di pari passo agli ultimi, flebili ricordi del mondo civilizzato.. Con il decadimento intellettivo l’elaborazione di articolate espressioni vocali si sarà andata progressivamente ridotta a semplici monosillabi per poi passare a rari, insensati grugniti.. E così, fra qualche giorno, vagando fra rocce e licheni avrete ultimato la vostra involuzione: 20.000 anni di lento, zoppicante, paludoso percorso della specie verso la civilizzazione cancellati in un lampo.. La trasfigurazione di due lombardi contemporanei ne.. OETZI II – L’ABBRUTITA COPPIA – 3D – In tutte le milgiori sale da Giugno 2011 (o 19.000 a.C.???)..

  4. Io da piccola ci andavo sempre.. sono vicino a dove abitavo io prima.. cioè.. non proprio li vicino però non molto lontane.. sono bellissimi, sono posti ottimi per fare picnic e stare all’aria aperta.. speriamo solo nel tempo.. Buona Serata! 🙂

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Theme: Overlay by Kaira
%d bloggers like this: