Day: June 16, 2011

I Flaghéé a Casa

I Flaghéé a Casa

Ho appoggiato lo zaino oltre la porta ed il gatto è scappato fuori senza quasi salutarmi, poi si è fermato: qualcosa di familiare ancora lo vedeva in me.

Ho tolto gli scarponi, aperto l’acqua della vasca e, aspettando che si riempisse, ho finalmente dato con calma una scorsa ai messaggi che ci avete mandato: grazie.

Qualcuno chiede l’ennesima buona notte: questa sera i Flaghéé sono tornati a casa e possono dormire tranquilli anche tutti coloro che, giorno dopo giorno, li hanno accompaganti in questo strano viaggio.

Buona notte a tutti voi, siamo stati una grande squadra alla scoperta di un mondo che ci appartiene: bravi tutti!!

I Flaghéé al Bisbino

I Flaghéé al Bisbino

image

Finalmente: che fatica!
Eccoci all’ultima delle cime che dobbiamo raggiungere: affacciato sulla città di Como eccoci sul Bisbino.
L’ultima bandiera é di Giacopo ed é dedicata a Camillo Benso di Cavour.
Il viaggio é completo, tutte le bandiere al loro posto e noi, dopo tanto cammino, iniziamo a scendere, torniano a casa.
I flaghéé puntano al campo base!

I Flaghéé sul Sasso Gordona

I Flaghéé sul Sasso Gordona

image

Eccoci in cima alla montagna fortificata che solitaria ed anomala di erge in questa parte di dorsale lariana.
Era oltre un anno che volevo tornare su questa cima su cui ero stato solo da bambino tanto tempo fa.
Salendo ho trovato una piuma di ghiandaia, un uccello dal caratteristico piumaggio azzurro.
Dicono porti fortuna e per questo l’ho regalata a Lele che ha avuto la forza e la pazienza di seguirmi in questo lungo viaggio travi monti.
La bandiera é di Bebora ed é un tricolore che riporta una citazione di Papa Pio IX:”non sono né profeta né figlio di profeta ma vi assicuro che voi a Roma non enterete”.
Quando si dice “le ultime parole famose”…

I Flaghéé ancora sulla linea Cadorna

I Flaghéé ancora sulla linea Cadorna

image

Abbiamo raggiunto le pendici del Sasso Gordona addentrandoci ancora nelle fortificazioni della Linea Difensiva Cadorna.
L’immane opera bellica, costruita all’alba della prima guerra mondiale, ci ha seguito lungo tutto il nostro cammino fin dalla Cima del Legnone: testimonianza dell’enorme sforzo a difesa della Patria profuso in tempi andati.
Gallerie, tunnel, mulattiere e postazioni di tiro che per fortuna furono sempre un monito e mai teatro di scontri.

I Flaghéé in Val di Intelvi

I Flaghéé in Val di Intelvi

image

Prosegue la lunga marcia: scesi a Blessagno il nostro viaggio prosegue per Castiglione d’Intelvi e Cerano, ora siamo nella frazione di Veglio.
La nostra direzione é verso Casasco e poi su, fino all’alpe e da lì al Sasso Gordona.
Il tempo corre e così i nostri passi: fino a quanto non raggiungeremo la dorsale sarà  una gara con la pioggia.
Ce la faranno i Flaghéé a non finire zuppi anche l’ultimo giorno?

I Flaghéé sul Monte Pasquella

I Flaghéé sul Monte Pasquella

image

Buongiorno, il lago é avvolto nella nebbia e sotto di noi Argegno e Schignano.
Il panorama é ancora ovattato di nuvole mentre in lontananza si sentono solo i pastori che muovono le capre.
Questa é la bandiera di Sabrina dedicata alla Contessa Clara Maffei.
Ora scendiamo a Valle puntando verso Schignano: passando sotto San Zeno cominceremo la nostra salita verso il Sasso Gordona e la dorsale verso Como.
Buona giornata!

Theme: Overlay by Kaira