2011: Buon Natale

CIMA-ASSO.it > Uncategorized > 2011: Buon Natale

Mi sono svegliato confuso stamattina: c’è stata in anticipo l’inversione dei poli che hanno predetto i Maya? In mutande ho sbirciato oltre le tapparelle e c’è un sole abbagliante ed i festoni natalizzi appaiono piuttosto buffi in questo scenario australiano. Il mondo pare sotto sopra quest’anno!

Babbo Nachele non si è più fatto vedere dal 1985. In effetti quella volta gli avevo preparato un agguato con tanto di trappole nel salotto di casa mia. Il vecchio però deve aver mangiato la foglia e capito cosa stessi tramando perchè a farne le spese delle mie ingegnose insidie fu mia madre: prima o poi il vecchio pancione lo acchiappo e gli spiego finalmente come le letterine non siano un indicazione di massima ma abbiano un valore contrattuale ben preciso!!

Bene, ora vi saluto tutti. Non so chi mai leggerà questo articolo ma ormai l’acqua della vasca da bagno è colma ed io devo ancora finire di prepararmi per l’abbuffata natalizia.

Se qualche bastardo vi ha regalato le ciaspole che tanto volevate scrivendo sul bigliettino d’auguri “HaHaHa!! Goditi la neve!!”, bhe, sappiate che posso capirvi! Avremo la nostra vendetta a costo di indossarle sull’asfalto!!

Tanti auguri, occhio a quel vecchiaccio di Babbo Nachele!

Davide Valsecchi

One thought on “2011: Buon Natale

  1. Strano Natale quello del 2011; poche luminarie e a volte fuori luogo.
    L’atmosfera natalizia è sparita da anni, oramai la festa è unicamente consumistica;
    nel mio presepe è apparso Gesù bambino al posto dello straccetto di Emergency che occupava la culla fino a ieri…
    Ai miei tempi era il bambinello che portava i doni (spesso una manciata di nocciole e qualche mandarino), poi gli americani hanno insegnato a noi bifolchi che è Santa Claus tradotto in Babbo Natale ad elargire doni a piene mani o meglio a piena slitta; forse Gesù Bambino non era un’immagine molto spendibile a livello commerciale…
    Lasciamo da parte le tristezze del vivere quotidiano e godiamoci le feste, che quanto meno possono essere l’occasione per riunirsi attorno ad un tavolo e rialacciare i legami umani, affettivi e familiari.

    TANTI AUGURI A TUTTI

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Theme: Overlay by Kaira
%d bloggers like this: