Moregallo: sentiero 50° OSA

La traccia di questo sentiero risale a Dicembre dello scorso anno ma fino ad oggi non l’avevo mai pubblicata perchè quel giorno avevo commesso un terrribile errore: avevo dimenticato a casa la macchina fotografica!

Questa è una salita davvero impegnativa ma anche incredibilmente panoramica, un percoso in grado di affascinare ed impegnare tanto i neofiti quanto gli esperti. Si risale infatti lungo il versante più impervio ed esposta del Moregallo lungo pendii molto ripidi a picco sul lago: 1000 metri di dislivello seccchi!

La partenza di questo sentiero si trova nella località “Moregallo” raggingibile imboccando la stradina tra le due gallerie che collegano Parè ad Onno. Si deve fiancheggiare tutta la cava e superare l’imbarcadero poi, sul lato sinistro della strata, si trova una palina ed un cartello poco prima di raggiungere la pizzeria.

Come vi ho detto ho dimenticato a casa la macchina fotografica quel giorno ed ho dovuto pentirmene fin da subito! Poco sopra la partenza, sui grandi prati, ci osservavano pacifici piccoli gruppi di mufloni tanto spavaldi e tranquilli da sembrare in posa!!

Tutta la zona è molto “selvatica e selvaggia” ed il sentiero corre lungo le grandi placche che spiovono verso il lago salendo sempre in modo ripido e costante: è un tracciato che non da tregua!

Quel giorno mio padre ci aveva dato un passaggio in macchina e così, io e la “Zia Cesy“, avevamo potuto goderci la giornata raggiungendo prima la cima del Moregallo (1276 metri) e puntando poi verso casa attraverso la Val Ravella ed il Sentiero dello SpaccaSassi.

Un percorso davvero bellissimo (dannazione a me che non ho neppure una foto da mostrarvi!) che però va affrontato o in primavera o in autunno perchè rischia di essere davvero “duro” sotto il sole e la calura estiva.

Davide Valsecchi

Leave a Reply

%d bloggers like this: