The BOSS: Giorni di Gloria

Avevo un amico che è stato un grande giocatore di baseball al liceo. Poteva tirarti una palla veloce facendoti sentire uno sciocco. L’ho visto l’altra sera in questo bar lungo la strada: stavo camminando, lui stava uscendo.  Siamo tornati dentro insieme, ci siamo seduti e abbiamo bevuto qualche drink. Ma tutto ciò di cui continuava a parlare era dei giorni di gloria.

I giorni di gloria ti passano accanto, sono negli ammiccamenti di una giovane ragazza. Già,
giorni di gloria, giorni di gloria.

Beh c’è una ragazza che se vive in questo isolato. Ai tempi della scuola faceva voltare tutti i ragazzi. Prima o poi, un venerdì, mi fermerò per un paio di drink dopo che avrà messo i bambini a letto. Lei e suo marito Bobby, beh, si sono lasciati. Credo siano passati già un paio d’anni. Ci metteremo semplicemente seduti parlando dei vecchi tempi. Lei racconterà piangendo di come si sente ma comincierà a ridere ripensando ai giorni di gloria. Già, i giorni di gloria.

Mio padre ha lavorato 20 anni in fabbrica ed ora l’hanno lasciato a casa. Ovunque vada per chiedere lavoro gli rispondono che è troppo vecchio. Avevo 9 anni e lui lavorava per la catena di montaggio della Mentuchen Ford. E ora sta solo seduto su un panchetto fuori dall’ingresso della Legion Hall ma non saprei dire cosa gli passa per la testa.

Penso che andrò al pozzo stasera. Berrò finché non sarò pieno e spero che, quando sarò vecchio, non me ne starò seduto da qualche parte a pensarci. Ma probabilmente sarà così. Sì, semplicemente starò lì seduto cercando di riacciuffare un po’ della gloria. Il tempo scivola via e ti lascia senza niente se non noiose storie di giorni gloriosi.

Clarence Clemons (Big Man) & Bruce Springsteen (The BOSS)