Area58: hieme speluncam

Lo chiamano Inverno, sopraggiunge quando la terra nel suo rivoluzionario peregrinare annuale giunge al perielio, l’apside di massima vicinanza al Sole. Eppure, nonostante questa vicinanza, l’inclinazione della rotazione giornaliera è tale da rendere le tenebre della notte preponderanti sulla luce del giorno. Vicini alla fiamma precipitiamo nel gelo: ironia e meraviglia di un universo ordinatamente caotico.

Qualcosa però sembra essere cambiato, qualche impercettibile mutamento si ripercuote attraverso i sistemi generando la macroscopica anomalia che ha inondato le nostre montagne di un’indecifrabile neve, affascinante e spaventosa nella sua mistica. L’abbiamo aspettata per un anno intero ed ora che è qui dobbiamo rifuggirne spaventati.

Nel cuore della terra l’inverno è lontano, il silenzio regna nelle tenebre. Né il giorno né la notte tracciano le regole del tempo, quaggiù nessuno dei “Profeti della Neve” deciderà cosa ti è concesso fare. Quaggiù, nelle profondità infernali, regnano solo coloro che si sono ribellati, coloro che portano luce nelle tenebre.

Indossiamo le tute e ci incamminiamo attraverso la neve cercando l’ingresso: gli stivali sprofondano ed il freddo inizia a mordere. Risaliamo attraverso il bosco e finalmente troviamo l’anonima fenditura che conduce “dentro”.  Con un SMS avvisiamo Roby e lo S.C.E. (Speleo Club Erba) della nostra uscita. Questo, per le prossime sette ore, sarà il nostro ultimo contatto con il mondo esterno: da lì in poi siamo inequivocabilmente soli.

Area58, uno degli ingressi al vasto complesso di grotte della valle del Nosê. Pozzi, calate, laghi e cascatelle: Mattia ed io siamo scesi fino alla mitica congiunzione con la Grotta Stoppani e l’Ingresso Fornitori. Qui il tracciato culmina in un percorso ad anello in cui troneggia una solitaria e magnifica stalagmite: questa delicata bellezza riposa quaggiù da secoli.

Davide “Birillo” Valsecchi

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: