Crazy Badger Unchained

“Falegname impazzisce e tira seghe ad un passante – Corriere della Sera, 1991” Quando il BadgerTeam, la “Squadra Tasso”, scende in campo ci si può aspettare di tutto, soprattutto che faccia casino. “Tromba Marina per un quarto d’ora – Corriere del Mezzogiorno, 1997”

I ragazzi sono per lo più ventenni, spesso sono rumorosi, disordinati, impertinenti e sfrontati: esattamente come mi piace siano! Voglio che si divertano e voglio divertirmi con loro. Detto questo voglio anche che all’occorenza siano in grado di girare l’interruttore, di cambiare marcia ed essere all’altezza delle difficoltà.

Per questo ogni volta mi è possibile cerco di “imbucarli” in corsi ed attività che possano dare loro qualche insegnamento o imprinting significativo. A tal proposito il Cai Asso, Canzo e Caslino hanno organizzato delle uscite in ferrata coordinate da Antonio Fumagalli: davvero un ottima occasione!!

Il “Fuma” è infatti il Capo della XIX Delegazione Lariana del Soccorso Alpino ed è una delle persone più interessanti da osservare in montagna, sicuramente una delle migliori da cui trarre insegnamento. Per questo ho infilato un paio di “matricole” mentre alcuni dei più esperti si sono aggregati come accompagnatori.

Ovviamente, nonostante le raccomandazioni, il Team Badger si è comportato come il Team Badger buttandola in caciara ogni volta è stato possibile.

BadgerTeam

Un calendario un po’ ostico (ero ad arrampicare in Sicilia) mi ha impedito di essere presente alle prime due uscite, ai Corni ed al Corno Rat. Tuttavia Mav, Andrea, Simone, Gianni e persino un carico pesante come Mattia (normalmente allergico alle ferrate) si sono spesi per dare una mano. Grazie!

L’ultima uscita in programma, spesso rimandata per via del tempo, è stata Sabato con la ferrata del Medale, a cui finalmente ho potuto partecipare anche io. Il tempo era strepitoso, un caldo sole invernale assolutamente gradevole. La roccia del Medale è spettacolare, per lo meno quando non si sbriciola.

La grande incognita di questa ferrata sono infatti i sassi ed il rischio che rappresentano per un gruppo numeroso. Fortunatamente non ci sono stati problemi, tutti hanno prestato la giusta attenzione. Salvo forse Boris che è riuscito a farmi la “doccia” scaricandomi sulla testa una brancata di ghiaia (era un gesto d’affetto?) Probabilmente sarà lui a sostituirmi nel ruolo di “quota comica” del gruppo!

Dopo la ferrata, risolta velocemente e con tranquillità, la compagine si è fiondata in birreria ingolfandosi di hamburger e birra. Chiacchiere, progetti, non-sense ed idee per il futuro si sono affollate tra il ketchup e le patatine. Boris, dall’alto della sua carismatica esperienza, ha cercato di insegnare a mio fratello Keko come attaccare bottone con le cameriere collezionando una ragguardevole e spassosa collezione di “Epic Fail” (….ora della fine anche le cameriere sghignazzavano!).

Yes!! Boris è il Most Valuable Player della giornata!!

Il prossimo step è imbucare qualcuno nell’imminente corso Spelo dello S.C.E. Andare in grotta è un esperienza che cambia completamente le prospettive! L’unica incognita è che gli speleo, nonostante l’assoluta serietà ed efficienza con cui operano, sono la formazione più goliardica e casinista che mi sia mai capitato di incontrare: davvero non ho idea di quale effetto potrebbero avere sui nostri giovani “tassi”!!!

Per chiudere vorrei ringraziare il “Fuma” per la sua disponibilità e pazienza, oltre a questo vorrei anche fare i complimenti ai ragazzi che alla loro prima esperienza hanno affrontato con con successo tutte le uscite! Bravi! Ora si comincia!!

Davide “Birillo” Valsecchi

La maggior parte delle foto sono state scattate da Boris e sono pubblicate sul sito DAIMARIO!
Anche Nicola ha fatto delle gran belle foto, appena si decide a pubblicarle ve le mostro!

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: