Un richiamo selvaggio

CIMA-ASSO.it > Corni di Canzo > Un richiamo selvaggio

«Una nuova era esplorativa può nascere oggi stesso, e forse qualcuno l’ha già inaugurata: l’era dell’esplorazione introspettiva, umana. La nuova meta dell’esploratore non è più quella di percorrere per primo un itinerario, bensì quella di affrontare questo itinerario, ormai noto, senza supporti tecnici ma affidandosi invece, ragionevolmente, ai soli mezzi umani. Così facendo, e forte solo di se stesso, mille nuove avventure nasceranno intorno a lui, sui fiumi, nelle giungle, sulle montagne, tra gli animali “feroci”. Per risolvere i problemi che via via si presenteranno, egli dovrà dunque scavare solo in se stesso, fino in fondo: scoprirà allora possibilità immense, inimmaginabili. Ritroverà quell’istinto che già possiedeva alle origini e che il progresso ha poi sempre più atrofizzato: una dote innata che, unita al sapere dell’uomo evoluto, crea un prezioso dialogo con la natura, costruttivo e ridimensionante. Nello stesso tempo, attraverso la sensibilità che filtra l’mpresa del moderno esploratore, questa nostra Terra apparirà, come per incanto, inesauribilmente inesplorata.»  Walter Bonatti, 1969

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Theme: Overlay by Kaira
%d bloggers like this: