Libri di Ivan Guerini

monicaUn mesetto fa, quando Bruna aveva ancora il piede bloccato, siamo andati a curiosare al Osservatorio Alpinistico Lecchese presso il palazzo delle Paure di Lecco. Il museo interattivo conserva documenti, fotografie e filmati della storia alpinistica lecchese ma anche lariana. Grazie alle cuffie è possibile ascoltare documentari interattivi: ovviamente il primo su ci siamo fiondati era quello dedicato ad Eugenio Fasana. Poi, curiosando nella cronistoria più recente ci siamo imbattuti in qualcosa che, nonostante la nostra ingenuità, era inevitabile: “Tra gli anni 70 ed 80 un personaggio eccentrico fa la sua comparsa a Lecco, è il milanese Ivan Guerini, il profeta di quel gioco arrampicata che aveva messo in pratica in Val di Mello: la filosofia dell’arrampicata su roccia slegata dagli schemi e dagli ideali di conquista dell’alpinismo classico. Muovendosi quasi in incognito tra le pareti che fanno da cornice al lago apre itinerari di straordinaria difficoltà e bellezza in arrampicata libera.” 

Per noi Ivan è soprattutto un buon amico, i Tassi ed il resto della nostra banda vivono davvero in una specie di isola alpinistica, spesso ignari ed inconsapevoli di quello che li circonda: forse però è proprio questa nostra genuina ingenuità ad aver colpito Ivan. Noi, d’altro canto, spesso dimentichiamo che lui è una specie di Gulliver tra noi lillipuziani: un anziano ed arzillo Jedi tra Ewok e Wookiee ribelli.

A ricordarcelo sono spesso le persone che incontrandolo gli chiedono una foto o notizie del suo nuovo libro. Buona parte della notorietà di Ivan deriva infatti anche dal libro che pubblicò nel 1979: Il gioco arrampicata della val di Mello, edito da Zanichelli ed oggi ormai introvabile. Un pubblicazione che, per linguaggio ed idee, segnò profondamente la visione dell’arrampicate dell’epoca. Questo sebbene oggi Ivan potrebbe lamentarsi di come, nonostante quel libro, l’arrampicata e la Val di Mello abbiano intrapreso una strada spesso in antitesi con le sue idee e le sue speranze. Anzi, i severi moniti espressi in quel libro da Monica Mazzucchi, moglie di Ivan e sua compagna di avventure, si sono trasformati in amare e puntuali premonizioni.

Negli anni successivi Ivan ha pubblicato altri articoli ed altri libri dedicati alla propria attività esplorativa. Tuttavia il carattere di Ivan non sempre è “contenibile o conciliabile” con le politiche o le esigenze editoriali: c’è poco da fare, nonostante gli anni è ancora uno spirito libero ed irrequieto. Per questo, con lo slancio che lo contraddistingue, si è tuffato nella sperimentazione di nuove forme di comunicazione: gli Ebook.

“L’ebook inflaziona assai meno l’attenzione e anche 200 pagine in Notebook/Tablet affaticano assai poco la vista. Tuttavia la nostra scelta è stata determinata da altre ragioni, inerenti gli editori che danno le responsabilità ai distributori che alla fine comandano gli autori.  Abbiamo pertanto eliminato tutti i problemi in un baleno, lasciando l’eventuale editore in compagnia del distributore senza più l’autore!” – Ivan Guerini

Nonostante qualche comprensibile difficoltà tecnica iniziale, negli ultimi due anni ha realizzato in modo indipendente due “libri digitali” reperibili attraverso Internet ed acquistabili a prezzi contenuti. I libri sono distribuiti da Google Play ed è possibile visualizzarli tanto sul computer quanto su smarthphone, tablet o Ebook Reader.

Il primo di questi libri digitali è:

Il Trono Remoto: Storia esplorativa del Sasso Manduino e del Pizzo di Prata.
trono_remoto“…la storia esplorativa delle due montagne insigni più isolate e lontane delle Alpi Centrali, il Sasso Manduino e il Pizzo di Prata. Monti archetipi per evidenza geografica, posizione paesaggistica, grandezza, delle loro pareti solari e adombrate. Ricostruisce la storia dei pionieri, permette di immedesimarsi in loro, raccontando anche le gesta degli esploratori successivi. Descrive la scoperta di queste montagne, le curiose concomitanze che hanno condotto i vari salitori a loro, unitamente alla loro natura verticale grandiosa e severa.Spiega la valenza della libera esplorativa che ha permesso anche in solitaria di percorrerle, la difficoltà ignota che è necessario superare, la sommità conoscitiva raggiunta attraverso queste salite impegnative e l’esperienza cristallizzata che ne è derivata. L’Ascesi mistica porta a risorgere trasformati, per essere restituiti al mondo cambiati, arrivando all’apice della vetta più alta e difficile quella da cui si discende definitivamente consapevoli.”

[Link GooglePlay: Il Trono Remoto] 

Il secondo, e più recente, è:
La valle degli specchi di pietra: Storia esplorativa inedita della Val di Mello

la-valle-degli-specchi“…Se è vero che la prima finalità di questo libro è quella di invitare i lettori ad approfondire la conoscenza territoriale, la seconda non è quella di indurli a ripetere gli itinerari raccolti ma di informarli della storia esplorativa avvenuta e della valenza esplorativa che ha caratterizzato la salita delle pareti. Proprio per questo, non sempre sono stati indicati gli avvicinamenti alle pareti ma solo la loro ubicazione, ed è stata data pari importanza sia alle pareti esplorate che a quelle impercorse. Ben considerando che: attrezzare pareti per predisporle alla frequentazione, corrisponde al loro sfruttamento non a valorizzarle.”

[Link GooglePlay: La valle degli specchi di pietra]

Dopo aver raccontato le mie recenti salite con Ivan in molti mi hanno scritto per avere informazioni sui suoi libri, quindi spero di fare cosa gradita ed utile nel indicarvi qui come e dove reperirli. Per acquistare un Ebook su Google Play è necessario avere un account Google (GMail, ecc) ed associare al proprio utente una carta di credito (anche ricaricabile) con cui effettuare l’acquisto. Automaticamente si avrà così a disposizione una propria biblioteca personale e virtuale in cui saranno conservati on-line tutti i propri libri. Google fornisce agli utenti istruzioni chiare ed in italiano su come usufruire ed utilizzare questo servizio.

Non essendoci stampa o costi di spedizione è possibile contenere il prezzo di distribuzione molto contenuto. Inoltre, in questo modo, i libri di Ivan non andranno più esauriti o fuori stampa ma saranno facilmente fruibili nel tempo. Spero che questi aspetti positivi possano consolare gli amanti della carta stampata. Nel futuro forse versioni cartecee prenderanno forma  ma, al momento, non vi sono certezze in tal senso.

Davide “Birillo” Valsecchi

ivan

%d bloggers like this: