Category Archives: Arrampicata

Cimitero di Lumachine

Published by:

Quando usciamo dalla funivia sembra il pandemonio: l’elicottero del soccorso alpino si alza in volo in un fracasso di rotori mentre una comitiva di scolaretti delle elementari si raduna vociante nella piazzetta. L’elicottero continua a sorvolarci facendo la spola avanti ed indietro con i tecnici del soccorso che partecipano all’esercitazione. Il rumore rimbalza tra le
[Continua a leggere…]

Storiche Pareti Fluviali

Published by:

TEoBrex – Dalla finestra aperta giunge inconfondibile rumore di pioggia, di acqua schiacciata e scagliata lontano dai battistrada delle poche auto di passaggio, segno inequivocabile di essere praticamente sveglio attorno a quell’orario che può venir considerato notte fonda o mattino presto a seconda dei gusti. Il felino percepisce il mio momentaneo risveglio e si fionda sopra
[Continua a leggere…]

Il giorno in cui Bonatti se ne andò

Published by:

La mattina era cominciata in modo strano. Ero in largo anticipo ma, andando in stazione a Lecco per prendere Ivan, mi ero ricordato all’improvviso di aver lasciato a casa le scarpette. Gira la macchina, l’anticipo diventa ritardo ed inizia a salirmi uno strano nervosismo. L’unica serenità è una promessa del Guero: “Esplorazione su lunghe placche
[Continua a leggere…]

Cassin Sasso Cavallo

Published by:

Nella guida TCI de “Le Grigne” del 1937, Silvio Saglio definisce il Sasso Cavallo come «un poderoso sperone calcareo rassomigliante a una colossale prua di nave, che balza imponente dagli alti prati della Val Méria e che, visto dal lago di Lecco, appare nettamente staccato dal massiccio della Grigna Settentrionale». Dal punto di vista alpinistico, la
[Continua a leggere…]

Giaggiolone dove sei?

Published by:

Dalla stazione ferroviaria di Lecco fuoriesce un fiume di studenti ed impiegati che come una mandria disordinata si riversa sul marciapiede della fermata dell’autobus. Io, parcheggiato dentro la Subaru con le quattro frecce lampeggianti, li osservo preoccupato mentre incuranti mi scorrono attorno, come se fossi niente più che nuovo masso adagiato lungo il loro corso
[Continua a leggere…]