Category: flaghee150

CIMA-ASSO.it > flaghee > flaghee150
Flaghéé150: giorno uno

Flaghéé150: giorno uno

image

Il sole tramonta. L’orizzonte si tinge di rosso ed é un buon segno per la giornata di domani ed un buon premio per la giornata di oggi.

Abbiamo montato la nostra piccola tenda su un pratone al lato di Spessola. Davanti a noi le Grigne ed i rapidi prati che a dirupo scendono verso Brani.

Tira vento ma siamo ben coperti ed panorama scalda i cuori. Siamo vicini a casa eppure tutto appare libero e da scoprire.

Domani mattina presto raggiungeremo la cima del San Primo e cominceremo poi ad attraversare la vallassina per salire verso i Corni di Canzo.

Per oggi é tutto: buonanotte.

I Flaghéé sul Palanzone

I Flaghéé sul Palanzone

image

Il Palanzone é un osso duro: l’ultimo pratone che sale fino alla cima arrivando dalla Capanna Mara sa farsi rispettare.

Comunque sia, ora siamo qui, di fronte alla cappelletta a piramide che ne domina la sommità.

Con noi un’altra bandiera questa volta realizzata da Matteo. La citazione é dedicata ad uno dei testimoni delle cinque giornate di Milano: ‘testimone e cooperatore io medesimo in quei memorabili eventi, reco a pubblica notizia quanto ne so e quanto ne penso’.

Ora, mentre il sole comincia a calare, ci incamminiamo verso la Colma di Sormano e da lì  verso le pendici del San Primo.

Flaghéé: Gioventù Ribelle

Flaghéé: Gioventù Ribelle

Gioventù Ribelle
Gioventù Ribelle

Sono come fili sottili, quasi invisibili, che attraverso il tempo e lo spazio uniscono le persone accomunandone le vite: io li chiamo legami.

Spesso ho la fortuna di riconoscerli e a volte persino di fare parte di quell’insieme di trama ed ordito che dà vita alla storia.

Un legame è un vincolo che collega due o più cose, il loro ruolo spazia dalla scienza ai sentimenti e, spesso, “creare un legame” è quanto di meglio possiamo tentare di fare.

Con quest’idea, “unire le cose”, vi racconto il legame che accomuna i ragazzi di una scuola, le medie del mio paese, alle cime delle montagne del Lario ed ancora con i giovani che durante il Risorgimento Italiano seppero distinguersi in un’ Italia che stava per nascere.

Sabato io e Lele partiremo per attraversare le montagne del Lago di Como mentre Venerdì ci saranno consegnate le bandiere che ci accompagneranno durante questo nuovo viaggio: le Flaghéé.

Quest’anno, per celebrare la Storia d’Italia nel suo 150° anniversario, le bandiere del Lario saranno diverse dal passato: sono state infatti realizzate a mano dei ragazzi della IIIa C di Asso ed ognuna di esse è dedicata ad una figura del passato di cui, tra colorati disegni, ne riporta una citazione.

Ogni bandiera sventolerà su una cima che attraverseremo ed  ognuna di esse diverrà un legame: un sottile filo che legherà un  giovane studente, una montagna del nostro territorio ed un giovane del passato che non ha avuto paura di credere nei propri ideali.

Quelle bandiere diventeranno sottili fili in grado di unire Giorgia, Samuele o Aurora, la Grigna, il Grona o il Legnone ed il pensiero di figure come Nino Bixio, Garibaldi o Adelaide Cairoli. Legami che starà a me e a Lele “intrecciare” in un unico viaggio che sappia abbracciare la nostra storia e il nostro terriotorio sostenendo e spronando i nostri giovani a conquistarsi un ruolo nel futuro di tutti noi.

Ecco le Flaghéé dell’Unità d’Italia, ecco le Bandiere di una Gioventù Ribelle.

Davide “Birillo” Valsecchi

Un ringraziamento alla Professoressa Giulia Caminada e a tuti i ragazzi della IIIaC della Scuola Media di Asso di BlogGiornalismo.scuoleasso.it.

 

Theme: Overlay by Kaira