Il Treno del Monte Bianco

Il Treno del Monte Bianco

Trenino del Monte BiancoL’assessorato al Turismo del Comune di Asso ed il Club Treni Brianza organizzano per Domenica 6 Luglio 2008 una gita con Il Treno del Monte Bianco.

Programma:
Partenza da Asso Piazza mercato ore 5:00 (Erba parcheggio Cafferino ore 5:15) in Pullman Gran Turismo e arrivo a {it:Chamonix} . Ore 10:00 partenza con lo spettacolare trenino del Monte Bianco ed arrivo alla {it:Mer de Glace} . Tempo a disposizione per una passaggiata ammirando il panorama spettacolare del {it:Monte Bianco} e possibilità di salire (facoltativo) sulla seggiovia che raggiunge le Grotte di Ghiaccio. Ore 16:00 discesa con il trenino e visita libera alla cittadina di {it:Chamonix} . Ore 18:30 inizio viaggio di ritorno.

Quota viaggio €60.00 (ragazzi da 4 a 15 anni €55.00). Pranze e Seggiovia alle Grotte di Ghiaccio non inclusi nel prezzo. Iscrizione valida solo a pagamento avvenuto.

Per informazioni e prenotazioni:

Comune di Asso 031 673915 Segreteria
Daniele Ghillioni 031 683369
Silva Luigia 031 670333

Cima-Asso in 3D!!!

Cima-Asso in 3D!!!

Cima Asso in 3dNel 1999 la tecnologia di cui disponevamo era avanzatissima rispetto agli standard delle popolazioni che incontravamo lungo il nostro cammino. Tuttavia nonostante il “goretex”, il “vibram”, le radio ed i pannelli solari il nostro viaggio esplorativo si basava sulle risorse che eravamo in grado di recuperare in loco: vecchie jeep, trattori, asini e portatori spesso scalzi.

Anche i contatti con casa erano difficili, i pochissi centri dotati di telefono utilizzavano linee così precarie che a causa dei ritardi nella trasmissione era necessario chiudere le frasi con “passo” alla maniera delle conversazioni radio. Quando poi la pioggia monsonica ha imperversato sul territorio sono stati spazzati via ponti e strade constringendoci ad un avanzata ulteriomente rallentata dalle difficoltà e dai rischi.

Questo avveniva solo 9 anni fa, quando esplorare richiedeva mezzi, risorse e competenze preventivando una buona dose di rischio. Con un po’ di nostalgia per un mondo che ormai non c’è piu’ vi presento la Cima Asso come nessuno di noi l’ha mai vista, l’evoluzione dei sistemi satellitari pubblici ci permette di mostrarvi il rendering trimensionale sulla base delle immagini catturate dai satelliti.

Ecco a voi Cima-Asso in 3D!!

Continue reading “Cima-Asso in 3D!!!”

Consigli per una maggiore sicurezza

Consigli per una maggiore sicurezza

Araldica carabinieriObbiettivo Sicurezza!! La cittadinanza di Asso ha mostrato una grande partecipazione all’incontro organizzato dal Comune di Asso e la Stazione dei Carabinieri di Asso sul tema della Sicurezza.

Giovedì 5 Giugno, giornata nazionale per la celebrazione del 194° anno di fondazione della dell’Arma dei Carabinieri, la sala conferenza della Biblioteca Comunale di Asso, “Ivan Ferrarini”, era gremita di pubblico per ascoltare i consigli del Maresciallo Melchiorre, che supportato dal suo suo primo collaboratore, presentava un filmato sull’Arma ed un opuscolo informativo.

La Stazione dei Carabinieri di Asso copre un territorio amplissimo composto da ben 12 Comuni della valle svolgendo un ruolo di controllo e salvaguardia con un organico che, come portroppo ammette anche il Maresciallo, è immutato nel numero dagli anni 60. Nonostante queste difficoltà, il gruppo di Carabinieri di Asso si è sempre distinto sia per la “familiarità” con cui si rapporta con la popolazione che per l’impegno proferito.

Continue reading “Consigli per una maggiore sicurezza”

IIª Riedizione della Storica Festa del Libro di Asso

IIª Riedizione della Storica Festa del Libro di Asso

Storica Festa del Libro AssoDal 7 al 15 Giugno 2008 l’Assessorato alla Cultura del Comune di Asso e la Biblioteca Comunale organizzano in collaborazione con l’associazione per la piccola editoria EditoriComo la IIª Riedizione della storica Festa del Libro di Asso.

L’inaugurazione si terrà il 7 Giugno alle ore 21:00 presso la Sala Consiliare. L’ingresso alla manifestazione è gratuito e fruibile negli oriari 9,30 – 12,30 e 16,00 – 20,00.

Nella Sala Consiliare è allestita una piccola mostra storica con documenti, fotografie ed altre curiosità sulla Festa del Libro che si è tenuta ad Asso dal 1927 al 1939 e nel 2000-2001. Durante tutta la manifestazione saranno proiettate immagini di Asso dal 800 alla metà del 900. Le Fotografie sono gentilmente concesse da Paredi Giordano, storico fotografo di Asso.

Continue reading “IIª Riedizione della Storica Festa del Libro di Asso”

Cornizzolo: “Gir di Sant”

Cornizzolo: “Gir di Sant”

Coordinamento Gruppi CornizzoloE’ già trascorso un anno da quando un buon numero di gruppi, diversi tra loro, ma tutti con fini sociali, sportivi e ambientalisti operanti nel territorio circostante il monte Cornizzolo, constatato il continuo e progressivo attacco all’ambiente, hanno deciso di coordinarsi fra loro per essere piu’ rapidi, forti e incisivi nell’intrapprendere azioni di vario tipo a favore di quell’ambiente che una minoranza di speculatori vorrebbe stravolgere a danno di una ben piu’ vasta maggioranza di cittadini che ne subirebbe le più svariate nefandezze e nefaste conseguenze. E’ nato così il Coordinamento Gruppi Cornizzolo.
Un’idea scaturita da questo Coordinamento e rapidamente attuata nella sua fase iniziale è stata quella del “GIR DI SANT”.

Continue reading “Cornizzolo: “Gir di Sant””

Treno delle Castagne 2007

Treno delle Castagne 2007

240-05 Treno a vapore ASSOForse è un po’ presto per parlare di castagne ma ci sono eventi che vanno preparati con cura e con ampio anticipo.

Uno di questi è il “Treno delle Castagne”, appuntamento che si ripete da anni organizzato e finanziato interamente dall’Associazione Club Treni Brianza.

In occasione della castagnata organizzata dagli Alpini di Canzo,il 28/10/2007, un treno speciale trainato dalla locomotiva a vapore 240-05 parte dal Seveso alla volta della stazione di Asso.

Continue reading “Treno delle Castagne 2007”

[29 Maggio 1953] Anniversario prima salita Everest.

[29 Maggio 1953] Anniversario prima salita Everest.

Anniversario della celebre salita compiuta dal Neozelandese Sir {it:Edmund Hillary} e dallo Sherpa {it:Tenzing Norgay} che scalarono dalla parete Sud l'{it:Everest}, la montagna che con i suoi 8.850 m s.l.m. è la piu’ alta del pianeta. Uno dei posti più inacessibili della terra che è stato raggiunto per la prima volta dall’uomo solo 60 anni fa ma che è lontano nella nostra memoria come storia antica.

La maestosità di questa montagna, sacra ai locali, è comprensibile già dai nomi con cui viene chiamata dai nativi: in tibetano è chiamato Chomolangma (madre dell’universo) e Qomolangma (珠穆朗瑪峰 pinyin: Zhūmùlǎngmǎ Fēng) in cinese. Il nome nepalese è Sagaramāthā (सगरमाथा, in Sanscrito “dio del cielo”).

On top of the world: Tenzing on the summit of Mt Everest. Photograph taken by Hillary, 29 May 1953
Tenzing nella foto scattata da Hillary

Hillary e Tenzig furono i primi a riuscire in quell’impresa così incredibile per l’epoca tornando vivi. L’Everest è una montagna ricca di storie e di miti come l’avventura tragica e romantica di {it:George Mallory} scomparso nel Giugno del 1924 mentre tentava la salita della parete Nord dell’Everest. Nessuno sa se quel giovane avventuriero inglese di inzio secolo riuscì mai a raggiungere la vetta.

L’unica cosa che potrebbe rivelarci la verità sarebbe il ritrovamento della mitica kodak con la foto della vetta, ma questo non è ad oggi avvenuto. Un piccolo aneddoto svela che Mallory avesse avuto con se una foto della moglie che avrebbe lasciato sulla cima dell’Everest qualora avesse raggiunto la vetta. Questa non è stata rinvenuta nelle pure ben conservate vesti dell’alpinista.

Altre leggedarie imprese furono compiute da {it:Reinhold Messner} che nel 1978 raggiunse la cima dell’Everest senza utilizzare bombole d’ossigeno, allora risultato impensabile, superando poi se stesso nel 1980 ripetendo l’impresa in solitaria!

Sir Edmund è il primo straniero a ricevere dal governo del Nepal la cittadinanza onoraria e ha dedicato gran parte della sua vita ad aiutare il popolo nepalese degli sherpa tramite l’{it:Himalayan Trust} da lui fondato, riuscendo a costruire scuole e ospedali.

La conquista dell’Everest è una tra le più nobili ed avventurose della nostra storia ma purtroppo, come spesso accade, l’enorme difficoltà ha mostrato il meglio ed il peggio di cio’ che l’uomo puo’ offrire come avvenne nella storia di {it:David Sharp}, alpinista Inglese che morì sotto la cima dell’Everest il 15 maggio del 2006.

L’Everest non si è mai concesso con facilità agli aplinisti che ogni anno, sempre piu’ numerosi, accettano la sua sfida. Fino alla fine del 2007 hanno raggiunto la cima 3116 persone, mentre tra tutti gli scalatori che hanno affrontato la montagna ben 208 vi hanno trovato la morte.

Ma la storia di Sharp è ancora più terribile sebbene cinicamente semplice: membro di una spedizione documentaristica legata a Discovery guidata da Russell Brice si trovò in difficoltà durante la salita e rimase solo trovando rifugio in un piccolo anfratto della roccia noto come la caverna di “{en:Green Boots}” . Green Boots è il nome dato al cadavere di un alpinista sconosciuto che giace, conservato dal gelo, in quella grotta circondato da bombole esauste di ossigeno, il nome trae origine dal colore verde fosforescente degli scarponi in koflak indossati dalla salma.

La spedizione guidata da {it:Mark Inglis} e molti altri alpinisti passarono accanto a Sharp senza fornirgli nessun tipo di assistenza e proseguendo verso la conquista della cima.

Oltre 40 persone passarono accanto a David senza intervenire, racconti riportano che era necessario “sganciarsi dalla cordata per aggirare Sharp“. Solo la guida Jamie McGuinness assieme a due sherpa raggiunse 9 ore piu’ tardi Sharp ormai in condizioni gravissime. Restarono con lui, ancora cosciente, per quasi un ora tentando di farlo muovere.

Ma in quelle condizioni con due soli sherpa non era possibile superare gli ostacoli successivi ed il trio fu costretto a lasciare David solo, disteso sulla schiena mentre piangeva.

Dettagli di questa storia posso esser trovati in inglese sul sito everestnews.com

Sir {it:Edmund Hillary} si accanì pubblicamente contro la decisione di non tentare il salvataggio di Sharp: “Io credo che tutta questa brama di raggiungere la cima dell’Everest sia diventata orribile! Vogliono solo arrivare in cima. E’ assurdo incontrare un uomo colpito dai problemi della quota mentre cerca riparo sotto una roccia, togliersi semplicemente il cappello, salutare con un buongiorno e proseguire oltre!”

Il 26 Maggio dello stesso anno un’alpinista australiano, {it:Lincoln Hall}, fu trovato vivo, nonostante fosse stato dichiarato morto, dalla spezione composta da Dan Mazur, Andrew Brash, Myles Osborne and Jangbu Sherpa. La spedizione rinunciò alla vetta e grazie all’aiuto dei loro 11 portatori riuscirono a portare in salvo Hall.

Davide “Birillo” Valsecchi

Palazzo Comunale di Asso

Palazzo Comunale di Asso

Palazzo Comunale AssoNel 1882, qualche anno dopo l’annessione dei comuni di Scarenna e Pagnano, gli amministratori di Asso ritennero opportuno costruire un nuovo palazzo per le scuole che potesse accogliere tutti gli alunni del comune.

L’edificio, progettato dall’Ing. Giuseppe Prato, venne completato nel 1886 e, ben presto, divenne anche la sede del municipio.

La sala consiliare aveva un soffitto finemente lavorato in gesso che è andato perduto, circa quarant’anni fa, a causa del distacco dell’intonaco dalla soletta realizzata con travi di legno e cannette. L’attuale Amministrazione ha restaurato la bella sala riprendendo i colori e le forme delle decorazioni originali da fotografie e documenti di progetto conservati nell’archivio comunale.

Continue reading “Palazzo Comunale di Asso”

Theme: Overlay by Kaira