Cima-asso.it premiata dal CAI Asso

Tags: ,
Cima-Asso.it premiata

Cima-Asso.it premiata

Un week-end intrigante quello trascorso, ci si risveglia oggi in un Lunedì piovoso con la testa un po’ confusa ma con un’accattivante settimana di fronte. Andiamo però per ordine, ci sono un po’ di ringraziamenti da fare.

Il Sabato sera lo si è trascarso tra amici nella consueta cena annuale del Cai Asso. I soci partecipanti, oltre un ottantina, riempivano la sala del Ghisallino a Magreglio. Io ero a Como alla mostra di Enzo e, come al solito, sono arrivato in ritardo.

Con mia enorme sorpresa mi hanno spedito a mangiare al tavolo delle personalità, insieme al Presidente Alberto Pozzi, ad Angelo Rusconi, al Sindaco di Asso Giulia Manzeni e all’assessore al tempo Libero e allo Sport Grazia Vicini. Credo che il mio ruolo a quel tavolo fosse di mascotte (persona o un animale che porta fortuna!!).

Alla serata erano presenti anche rappresentanti di altre associazioni, degli Alpini, della Pro Asso e Daniele Ghillioni di Televallassina, un buon esempio di come le diverse nature di un paese come il nostro possono ritrovarsi e confrontarsi bevendo e chiaccheirando assieme con i piedi sotto lo stesso tavolo.

Prima della consueta lotteria il Cai ha distribuito un po’  di premi e riconoscimenti. Il primo è stato l’acquilino d’oro consegnato a Riccardo Fasoli. L’acquilino è un riconoscimento agli iscritti da oltre 25 anni. “Ricky” è poco più che trentenne e lo conosco da una vita, dai primissimi giorni dell’alpinismo giovanile. Mi ha fatto molto piacere guardarlo, mezzo commosso, riceve quella spilla dorata. Riccardo, oltre ad essere diventato recentemente papà, si sta dando un gran da fare con La Sportiva e la Palestra di Roccia di Valbrona con ottimi risultati, è un tipo in gamba!

Con grande piacere, completamente a sorpresa, i ragazzi dell’alpinismo giovanile hanno consegnato a Giammario Rusconi una targa di riconoscimento per l’impegno e la costanza con cui in tutti questi anni ha seguito le attività dei giovani della nostra sezione. Vedere i ragazzini consegnargli la targa mi ha fatto un certo effetto, io Giammario l’ho incontrato la prima volta quando avevo 8 anni alla prima gita del CAI, proprio come loro! Grazie Giammario!

Una targa è stata consegnata anche ad Angelo Rusconi per il suo impegno e le sue attività di solidarietà in Pakistan. La crisi internazionale e le notevoli difficoltà che affliggono Pakistan e Afganistan possono far apparire meno evidenti le iniziative che Angelo sta conducendo ma la sua opera, dedicata ai bambini di quelle regioni, presegue nonostante gli ostacoli.

Un’altra targa è stata consegnata a Zappa Giulio e al suo gruppo che si è impegnato a realizzare una nuova via d’arrampicata sul lato Nord del Moregallo, una delle zone più impervie e meno frequentate del nostro territorio. Giulio e la sua compagine di arrampicatori, quando non sono in giro per il mondo, si impegnano a mantenere o ampliare i tracciati delle nostre montagne. Grazie per l’impegno!

Infine una targa è stata consegnata anche a me, un imbarazzatissimo “Birillo” che, davanti alle telecamere di Tvs, ha cominciato a parlare a ruota libera sperando solo che qualcuno, prima o poi, si riprendesse il microfono.  La targa, dedicata sia a me che ad Enzo Santambrogio, è un riconoscimento per la nostra spedizione in Ladakh e per l’impegno con cui ci stiamo impegnado a raccontare queste nostre piccole avventure attraverso Cima-Asso.it.

Non posso che ringraziare di cuore, scrivere è per me ancora un’avventura sconosciuta e tutta da esplorare. Vi ringrazio per aver seguito i nostri viaggi e seguito il nostro sito, condividere con Voi le nostre storie le rende ancora più speciali. Grazie!

Davide “Birillo” Valsecchi

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: