Orme sulla neve: il tasso

Giovedì, aprofittando della bella giornata di sole dopo la nevicata d’aprile, sono salito ai Corni. La neve era ancora inttatta e camminando verso la cima era facile distinguere nel bosco molte orme di animali. Molte mi erano note e bene conosciute ma tra queste ne ho incotnrata una piuttosto insolita nella mia esperienza.

Così ho fotografato la traccia e mi sono confrontato con alcuni amici, con Internet e con mio padre (il mio massimo esperto). La mia idea era che, data la forma e gli artigli, fossero di un tasso e così mi hanno confermato anche tutti gli altri.

Il tasso è un animale piuttosto curioso e, onestamente, mi è capitato molto di rado di incontrarlo. Poterne studiare le orme sulla neve è stata una piacevole scoperta che ora condivido volentieri con voi sperando, prima o poi, di riuscire a fotografare dal vivo uno di questi mustelidi.

Davide Valsecchi

2 thoughts on “Orme sulla neve: il tasso

  1. Paolo

    Una mattina di maggio dell’anno scorso, mentre salivo al Cornizzolo (erano le 6 del mattino), sono stato attaccato da un grosso tasso! Non ti dico lo spavento! Solo con una provvidenziale sassaiola sono riuscito a farlo desistere….

  2. Lele

    “sperando, prima o poi, di riuscire a fotografare dal vivo uno di questi mustelidi.”

    Si, ma ad una certa distanza dai suoi artigli…
    E’ risaputo che i tassi sono degli animali schivi, ma sanno essere parecchio agressivi.
    Recentemente ho visto una tana di tasso sopra Fiorana, sul sentiero nel bosco che sale a Piazza Dorella; dalle dimensioni del “buco” credo si tratti di un bel esemplare.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: